Il Verbo era Dio – Gv 1,1

Uno dei passi del Nuovo Testamento che attesta chiaramente che Gesù e Dio sono della “stessa sostanza” è il famoso e bellissimo versetto Gv 1:1

In principio era il Verbo,
il Verbo era presso Dio
e il Verbo era Dio.

Questo versetto contraddice in pieno un insegnamento fondamentale della dottrina dei Testimoni di Geova, secondo la quale Gesù sarebbe una creatura e non “della stessa sostanza” del Padre. Tale versetto viene riportato dalla Traduzione del Nuovo Mondo (TNM) in questo modo[1]:

In principio era la Parola,
e la Parola era con Dio,
e la Parola era un dio.

Ecco che il Verbo (Gesù, la Parola) dall’essere Dio diventa “un dio”, con la “d” minuscola.

Il parere degli esperti

Iniziamo con alcuni nomi di maggiore rilievo internazionale in campo neotestamentario, che non necessitano certo di presentazione:

Bruce M. Metzger

Molto più perniciosa in questo stesso versetto è il rendere,. . . “e la Parola era un dio”, con le seguenti note: <<“un dio”, in contrasto con “Dio”>>. Si deve rilevare francamente che, se i Testimoni di Geova prendono questa traduzione sul serio, essi sono politeisti. […] È un dato di fatto concreto, comunque, che tale rappresentazione è un errore di traduzione spaventoso. Trascura interamente una regola consolidata di grammatica greca che richiede di rendere “… e il Verbo era Dio”.

“The Jehovah’s Witnesses and Jesus Christ: A Biblical and Theological Appraisal” in Theology Today 10/1 (April 1953), pp. 65-85. (clicca qui per leggere tutto l’articolo in pdf)

Donald Guthrie

L’ulteriore affermazione che la Parola era Dio afferma esplicitamente la divinità del Verbo,  senza offuscare la distinzione tra la qualità personale della Parola e la qualità personale di Dio. L’assenza dell’articolo con Theos ha indotto in errore alcuni a pensare che la corretta comprensione della frase sarebbe che “la Parola era un Dio” (o divina), ma questo è grammaticalmente indifendibile poichè Theos è un predicato. Non ci può essere alcun ragionevole dubbio che Giovanni intendesse far comprendere ai suoi  lettori che la Parola avesse la stessa natura di Dio. Egli non voleva dire, inoltre, che la Parola e Dio fossero termini intercambiabili, dato che l’affermazione precedente li distingue così chiaramente.

“New Testament Theology” – InterVarsity Press, 1981, p. 327 (clicca qui per leggere la pagina in pdf)

Charles Kingsley Barrett

theos, essendo senza articolo, è predicativo e descrive la natura del Verbo. L’assenza di questo articolo indica che la Parola è Dio, ma non è l’unico essere per il quale questo è vero;  se fosse stato scritto ho theos avrebbe implicato che nessun essere divino esisteva al di fuori della seconda persona della Trinità.”

“The Gospel According to St. John”, p. 156 (clicca qui per leggere la pagina in pdf)


[1] Nella TNM del 1967, è riportato invece “il Verbo era dio” (con la d minuscola ma senza l’articolo indeterminativo).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...